Il rapporto sul panorama delle minacce sugli attacchi ransomware pubblicato il 29 luglio 2022 dall’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza informatica (ENISA) svela le carenze degli attuali meccanismi di segnalazione in tutta l’UE. Essendo uno dei tipi più devastanti di attacchi alla sicurezza informatica degli ultimi dieci anni, il ransomware è cresciuto fino a colpire organizzazioni di tutte le dimensioni in tutto il mondo.

Questo rapporto sul panorama delle minacce ha analizzato un totale di 623 incidenti ransomware in tutta l’UE, nel Regno Unito e negli Stati Uniti per un periodo di riferimento da maggio 2021 a giugno 2022. I dati sono stati raccolti dai rapporti di governi e società di sicurezza, dalla stampa, blog verificati e in alcuni casi utilizzando fonti correlate dal dark web.

Tra maggio 2021 e giugno 2022 circa 10 terabyte di dati sono stati rubati ogni mese dagli attori delle minacce ransomware. Il 58,2% dei dati rubati includeva dati personali dei dipendenti. Sono stati trovati almeno 47 attori unici di minacce ransomware.

Per il 94,2% degli incidenti, non sappiamo se l’azienda abbia pagato o meno il riscatto. Tuttavia, quando la negoziazione fallisce, gli aggressori di solito espongono e rendono disponibili i dati sulle loro pagine web. Questo è ciò che accade in generale ed è una realtà per il 37,88% degli incidenti.

Possiamo quindi concludere che il restante 62,12% delle aziende o ha trovato un accordo con gli aggressori o ha trovato un’altra soluzione.

Lo studio mostra anche che le aziende di ogni dimensione e di tutti i settori sono interessate.

Per informazioni su come difendere la tua azienda dagli attacchi informatici e dalle violazioni della Privacy, contattaci senza impegno:

    PrivatoProfessionistaAzienda

    Acconsento al trattamento dei miei dati personali*
    Qui puoi consultare il testo della Privacy Policy